Home » Blog » Crostini con hummus di barbabietola e cipolla di Tropea in agrodolce

Crostini con hummus di barbabietola e cipolla di Tropea in agrodolce

Facile
10''
Vegan

Volete una ricetta semplice, veloce, ma di gusto per preparare un aperitivo in compagnia o un antipasto sano al 100%, in grado di catturare il palato degli ospiti già dalle prime portate?
Il crostino con hummus di ceci e barbabietola preparato con l’Aceto Balsamico di Modena IGP Delizia Estense Etichetta Rossa e guarnito con cipolla di tropea in agrodolce è la risposta che cercate.
La croccantezza del pane tostato offre il letto perfetto per accogliere la cremosità dell’hummus, mentre la cipolla di Tropea bilancia tutti i sapori con la sua delicatezza.

Ingredienti

• Pane per crostini o pane casereccio

Per l’hummus:

 

Per la cipolla in agrodolce:

Aceto Balsamico Di Modena I.G.P. Etichetta Rossa
Acquista

Per prima cosa, tagliate il pane a fette uniformi e fatele tostare su entrambi i lati.  
Frullate la barbabietola tagliata a pezzetti con i ceci e due cucchiai di salsa tahina, fino a ottenere un composto cremoso. Aggiungete sale, pepe e limone, e frullate ancora. Poi, trasferite il composto in una ciotola. 
Tagliate le cipolle di Tropea a rondelle dello spessore di circa 5mm e fatele saltare in padella con due cucchiai di olio e un pizzico di sale. Quando avranno assunto una consistenza morbida, aggiungete due cucchiai di Aceto Balsamico e un cucchiaino di zucchero.  
Proseguite la cottura fino al completo assorbimento dei liquidi. 
Servite l’hummus spalmandolo sul crostino di pane tostato e decorate con la cipolla di Tropea in agrodolce.  

Approfondimento

La barbabietola è un ortaggio da radice ricco di acqua e altri nutrienti. Con un apporto calorico di sole 43 Kcal per 100 grammi è un alimento particolarmente indicato in una dieta dimagrante. Ha un elevato contenuto di sali minerali come potassio, ferro, calcio e magnesio, ed è una preziosa fonte di Vitamina B e C. Deve il suo caratteristico colore amaranto alla presenza della betanina, un pigmento naturale innocuo per la salute. L’alto quantitativo di fibre contribuisce al raggiungimento del fabbisogno giornaliero consigliato e contrasta lo sviluppo di malattie croniche.