UN FUTURO CHE VIENE DA LONTANO.

Quando nel 1598 gli Estensi giungono a Modena da Ferrara, scoprono l’unicità di un territorio ricco di sapori unici, tra i quali spiccava l’aceto balsamico, allora prodotto prevalentemente a livello familiare, e ne favoriscono l’utilizzo sulle loro tavole raffinate. Da qui un primo impulso alla diffusione del prezioso condimento presso le corti e la nobiltà europea e l’inizio di una parabola ascendente che continua fino ai giorni nostri. Oggi l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e l’Aceto Balsamico di Modena arricchiscono le ricette degli chef più qualificati e sono ricercati ovunque nel mondo. Abbiamo scelto di utilizzare l’Aquila Estense raffigurata nella scultura che sovrasta la bellissima Peschiera Ducale di Sassuolo come nostro marchio aziendale per comunicare il radicamento nella più nobile tradizione del territorio, proiettata nel presente e nel futuro.

La famiglia Bertoni: da sinistra Michele, Enrico e Alessandra

UNA STORIA DI PASSIONE.

L’Acetaia Delizia Estense nasce nel 1970, dalla passione di Sante Bertoni per l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, che presto si estese anche all’Aceto Balsamico di Modena IGP.

Da subito Sante diede una prospettiva di ampio respiro alla sua impresa, inaugurando quel “Lungo Progetto Balsamico” che dura a tutt’oggi e consiste in una filosofia di crescita costante e senza forzature, ma con tanta determinazione e voglia di migliorare.

L’acquisizione di vigneti Trebbiano e Lambrusco Grasparossa in una splendida posizione collinare, la coltura biologica, i metodi innovativi nel rispetto della tradizione, l’eccellenza del prodotto: sono questi i criteri di gestione di un’azienda familiare, ma in grado di guardare lontano e crescere in Italia e nel mondo.

Riserva del Fondatore

Alla residenza principale e all’acetaia di Aceto Balsamico Tradizionale DOP del primo insediamento a Montegibbio, si aggiunsero negli anni vari capannoni adibiti alla maturazione degli aceti IGP e, più di recente, un secondo edificio realizzato con materiali naturali ed ecosostenibili, sempre destinato alla medesima funzione. Dopo Sante, il figlio Michele, la nuora Alessandra e il nipote Enrico ne portano avanti i valori, fedeli all’intraprendenza e alla passione del fondatore, attenti come lui ai particolari e all’eccellenza del processo e del prodotto. In oltre 50 anni di attività, la abbiamo acquisito solide competenze nell’arte della lavorazione dell’Aceto Balsamico, che di per sé costituiscono non solo un patrimonio ineguagliabile, ma una garanzia di qualità.

NATURA ALLO STATO PURO.

Dalla vigna all’imbottigliamento finale non aggiungiamo additivi chimici in alcuna fase della produzione. Nei nostri vigneti, i grappoli di Trebbiano e Lambrusco Grasparossa maturano rispettando i cicli naturali, senza l’utilizzo di diserbanti o pesticidi. In acetaia poi è solo il tempo a lavorare, accompagnato da tanta pazienza e amore.

CERTIFICAZIONI E RICONOSCIMENTI

Importanti e autorevoli certificazioni testimoniano la qualità dei nostri prodotti.

  • La Denominazione di origine protetta DOP e l’Indicazione geografica protetta IGP sono la garanzia dell’origine locale dei nostri prodotti e del rispetto dei disciplinari di produzione.
  • Michele e Alessandra Bertoni, sono soci fondatori AIB (Assaggiatori Italiani Balsamico) Dopo anni di studio, di assaggi e di dedizione all’aceto balsamico hanno ottenuto la qualifica di Assaggiatori di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena.
  • Il nostro Aceto Balsamico Tradizionale si è classificato al 3° posto al Palio San Giovanni 1991, un appuntamento consolidato che premia i migliori produttori di Aceto Balsamico.